BIBIONE, PRIMA SPIAGGIA AL MONDO A RICEVERE LA REGISTRAZIONE AMBIENTALE
EUROPEA E.M.A.S.

BANDIERA BLU dal 1996.
Un riconoscimento che ogni anno la Fondation for Environmental Education in Europa (FEEE) assegna ai comuni che rispondono a specifici requisiti di natura sia turistica che ambientale.

Dalla Primavera all’autunno la vostra vacanza è il nostro lavoro. Ecco perchè a Bibione puoi trovare ogni anno tutto quello che cerchi...e anche qualcosa di più: feste, spettacoli, attività, sport, escursioni ma anche angoli di pace e silenzio.







Rilassatevi e abbronzatevi in una spiaggia attrezzata con le più moderne infrastrutture turistiche e sportive con animazione, percorso vita, assistenza bagnanti e illuminazione notturna. Una vacanza dinamica e allegra con le contaggiose risate di tanti amici e serate spensierate sotto un cielo stellato o tra mille luci di negozi, bar, ristoranti e discoteche.
Prendetevi una sana vacanza, ritrovate armonia e forma fisica, abbandonatevi alle cure di uno dei più importanti centri termali dell’Adriatico: Bibione Thermae.
Bibione è una localita fortunata: sono decine i centri storico-culturali del suo entroterra che meritano una visita, da Venezia a Portogruaro, Concordia Sagittaria e Sesto al Reghena con la sua stupenda abbazia.
E poi la mitteleuropea Trieste, la paleocristiana Aquileia, Palmanova, Passariano, Cividale. Numerosi anche i teatri (prosa e lirica) ed i musei, spesso piccoli “gioielli” ricchi di sorprese.
Interessante il calendario delle manifestazioni culturali, popolari , del folklore e religiose che caratterizzano il territorio.
A due passi da Bibione: il Parco Zoo, il Casinò Cà Noghera, il Golf ed uno dei più grandi e attrezzati parchi acquatici l’Aquasplash.
Non perdetevi l’occasione per gustare le specialità enogastronomiche del territorio: sono numerosi i ristoranti e le trattorie tipiche che preparano i piatti della migliore tradizione veneta e friulana. Una visita a sè merita la famosa “Strada del Vino” che si snoda nella zona di Lison-Pramaggiore, sede dell’“Enoteca Regionale”.